I genitori  devono sempre essere allegri e positivi?

Non è semplice essere triste, quando sei una mamma o un papa, se capita un problema che si deve risolvere, o se c’e’ qualcosa che non va , un lutto, una difficoltà , problemi di salute. Cosa fare, specialmente  se i tuoi figli sono piccoli?

Ci sono i bimbi, i cucciolini che vogliono giocare, che ridono e saltellano e cantano come se non ci fosse un domani.  I bambini  si sentono al centro del mondo, e danno per scontato che tu abbia voglia di divertirti esattamente quanto loro o, al contrario, che sia disponibile a consolarli senza esitazione dalle loro piccole gigantesche infelicità, forse qualche volta proprio la mamma o il papa’ avrebbero bisogno di essere consolati e  incoraggiati.

Loro sono sorpresi spesso se  vedono e se  sentono i genitori  distratti e tesi e se li vedono piangere.

preview

E poi c’è sempre qualcuno pronto a ricordarti che “tuo figlio è una spugna”, e sei tu sei triste lui “ne risente”, che i bambini hanno bisogno di sorrisi e via dicendo.

 La  serenità diventa in qualche modo un dovere morale che GRAVA sull’essere  genitori.

photo-1422544834386-d121ef7c6ea8

 

 

Eppure la tristezza è naturale come l’allegria. è altresì indispensabile.

Non saremmo in grado di riconoscere la felicità se in precedenza non avessimo sperimentato il dolore almeno una volta.

E allora è questo, forse, che dovremmo insegnare ai nostri figli.

E capita anche di essere gratificati da una carezza  del nostro bimbo che si avvicina e vuole farci stare meglio.

FacebookMore...